Ultima modifica: 5 Novembre 2017

Staffetta Bimed 2016/2017

Il gioco della Staffetta della scrittura consente alle insegnanti di utilizzare la parola  e il disegno per stimolare la partecipazione e il fare nei processi educativi. Le classi che partecipano la Staffetta – qualunque capitolo debbano comporre – devono conoscere l’incipit dello scrittore professionista assegnato alla propria staffetta … Il valore didattico per questo livello d’Istruzione è rilevante in quanto stimola i bambini verso la lettura. Chiaro è che, per esempio, la quarta squadra di staffetta che scriverà il quarto capitolo dovrà leggere oltre l’incipit gli altri tre capitoli precedenti che andranno somministrati ai bambini di volta in volta come fosse una serie …

La storia andrà seguita appuntamento dopo appuntamento…

Tema e riflessioni Staffetta 2016-17 per le classi I e II della Scuola primaria … e per la Scuola dell’infanzia

A M I C H E T T I A N I M A L E T T I: con i bambini dell’infanzia e delle prime due classi delle elementari inventiamo storie che li mettano in contatto con la fantasia attraverso il rapporto con il reale che è sotto occhi e che magari non guardano perché anche noi adulti guardiamo di meno. Il focus è il mondo degli animaletti … Una lucciola, una farfalla, un pesce palla di caucciù, la formichina, la gallina che chissà se è nata prima dell’uovo o forse no, il coccodrillo sulla mensola accanto al letto e quel maialino che ha incontrato nell’agriturismo con mamma e papà o il gattino che per fortuna si è salvato perché l’autista si è fermato … Immaginiamo racconti che un bambino se vede un insetto che cammina sul pavimento non lo schiaccia con il piedino, piuttosto lo guarda e lo fa salire sul ditino, storie di rapporti di amicizia tra i piccoli e gli animaletti che insieme … attraversano avventure!

Tema e riflessioni Staffetta 2016-17 per le classi III, IV e V della Scuola primaria

CUOCHI, MECCANICI, TRANVIERI…IL MONDO CHE C’E’ … : con i bambini delle classi III, IV e V delle elementari inventiamo storie che in qualche modo possano stimolarli a immaginare la grandiosità e la bellezza della vita che giorno dopo giorno ti mette in relazione con il mondo per quello che fai e che fai con amore e passione … Qualunque cosa una persona faccia!!! La grandiosità e la bellezza che è nelle piccole cose … nell’alzarsi alle quattro di mattina per preparare il pane, nel montare di guardia al Comando dei Vigili del fuoco, nell’andare a dirigere il traffico o, piuttosto a riparare una macchina, oppure, ancora, a pulire al mattino le strade della città, o a mungere le mucche, a operare con un caterpillar per scavare la galleria, a verificare che sui binari della metropolitana sia tutto in regola … Credo nella necessità di ricreare, dal di dentro della scuola, un nesso con il mondo degli adulti … Un nesso tra bambini e adulti compresi gli uni e gli altri del loro fare, un nesso che sia tale da recuperare sorrisi, comprensione, bene ma, anche, rigore, volontà, cammini … Non è l’immaginare cosa voglio fare da grande, piuttosto il comprendere che i grandi stanno facendo una cosa ANCHE per i bambini e che senza i tanti grandi che lavorano ci sarebbero dei problemi ANCHE per i pag. 2/6 bambini – il latte non piove dal cielo, il pane non viene dalla favola, etc. – Immagino storie di persone normali che sono principi e principesse della loro normalità … Immagino, dunque, racconti che partendo da un mestiere siano protesi a dimostrare come ogni giorno può essere un buon giorno … Gli antagonisti dei nostri racconti: quello delle raccomandazioni per un voto migliore, quello che se vede una vecchina in piedi sul tram e non si alza, quello che attraversa la strada con l’auricolare nelle orecchie mettendo a repentaglio la propria vita, quello che mentre è in fila ti scavalca perché ha sempre un perché … quello arrogante che parla per tutto il giorno e fa l’antipatico con il cameriere … quello che in un ambiente qualsiasi si sente il più forte e approfitta degli altri … L’obiettivo educativo della Staffetta di quest’anno è quello di far incontrare lo sguardo dei bambini con gli adulti che fanno il loro dovere, nell’umiltà del loro lavoro, far recuperare loro l’affetto che nasce dal comprendere il valore del sudore dei loro papà, l’abnegazione delle loro mamme … Con la Staffetta proviamo a rendere più forti i nostri bambini…

Tema e riflessioni Staffetta 2016-17 per la Scuola secondaria di I grado

CORREVA L’ANNO…: proviamo a far vivere ai nostri ragazzi un’avventura straordinaria che li immergerà in contesti di apprendimento fondamentali per la loro crescita … Immaginare una Storia in un altro tempo significa indagare … un altro tempo. Significa, anche, governare il divenire da protagonisti facendo scelte che possono mutare il corso della storia. Pensate alla vita prima della scoperta del fuoco … e immaginate l’idea di mondo prima di Copernico, provate a riflettere rispetto al tempo in cui il vetro non esisteva, oppure concentratevi sul viaggio al tempo di Marco Polo, quando non esisteva il navigatore satellitare e pensate a com’era il mondo prima della plastica … Immaginiamo La possibilità per il team di docenti della classe iscritta alla Staffetta (…) di dare, ognuno …, il proprio contributo alla strutturazione del capitolo … Si tratta di una avvincente possibilità che dovrebbe portare a comprendere i nostri ragazzi quant’è straordinaria la loro contemporaneità e si tratta, pure, di recuperare – attraverso il tema della Staffetta – il valore di un processo evolutivo che rischia di perdersi nel “clik” che connota il quotidiano di ognuno di noi e ci mette nella condizione di ottenere tutto dalle “macchine” attorno cui vira il “nostro” tempo. L’obiettivo didattico/pedagogico della Staffetta di quest’anno è quello di determinare stimoli e curiosità rispetto a un passato che pur essendo parte integrante del futuro delle nuove generazioni non viene avvertito come valore. Un esempio: il GPS, una invenzione straordinaria, utilissima, ma se perdessimo il nostro navigatore? Ci troviamo in una città non è un problema ma se siamo in aperta campagna? Riconsiderare la possibilità di conoscere gli strumenti e le competenze che anche prima del GPS consentivano un orientamento … E’ suggestivo, rimanda alla Bussola, alle Carte Geografiche, ai grandi navigatori del passato e a un mondo in cui l’avventura era del quotidiano …

ALLA FINE DELL’ANNO SCOLASTICO SI E’ CONCLUSA L’ATTIVITA DI SCRITTURA CREATIVA DELLA CLASSE 1C DELLA SECONDARIA DI I GRADO ALLE ISOLE TREMITI DAL 7 AL 10 GIUGNO 2017.

DSCN2524

Allegati